“Barzellette” di Ascanio Celestini – Einaudi Stile Libero

Capita anche questo: si compra un libro alla stazione senza avere il tempo di sfogliarlo per bene (il treno sta per partire), fidandosi della casa editrice.

Ho comprato questo libro pensando che fosse una semplice, onesta raccolta di barzellette, alcune più divertenti, altre meno. Quando si tratta di ridere non mi tiro indietro.

Non ho dato abbastanza peso alla foto di copertina, brutta da far venire il voltastomaco. Più della lingua protesa fuori è la camicia a dare un pugno sullo stomaco.

Si tratta di un evidente richiamo a una celebre foto di Einstein (a parte la camicia). Ma allora devi essere all’altezza!

Ho cominciato a leggere e ho scoperto che è una raccolta di stronzate. Non solo sono barzellette che non fanno ridere. Sono proprio stronzate.

Raggiunta pag. 16 ho dato un’occhiata all’interno, verso la metà del libro. Mi sono arreso.

Riciclaggio? Non c’è altra soluzione: raccolta della carta.

Peccato!